Il giardino, un’occasione per crescere.

E’ ormai ampiamente dimostrato come lo spazio in cui un bambino cresce influenza lo sviluppo delle sue piene potenzialità e, in particolare, si è visto come il contatto con uno spazio verde affini i cinque sensi, stimoli i bambini a farsi più domande sulla realtà che li circonda, promuovendo così il loro sviluppo cognitivo e la loro creatività.

Smelling the Flowers

Il giardino funziona come un vero e proprio catalizzatore per l’apprendimento del bambino perché la sua stessa natura è una celebrazione dell’infanzia, del gioco e della innata curiosità infantile. Inoltre, il giardino permette un gioco spontaneo, non guidato o vincolato ad attività scelte dall’adulto, che è fondamentale per uno sviluppo armonico; lo spazio verde offre al bambino una infinita possibilità di esperienze inattese e impreviste, come l’incontro con lo scricchiolio di una foglia secca che suona tra le mani, l’avvicinarsi lento e attento ad un insetto, lo studio dei riflessi di una pozzanghera, la morbidezza delle graminacee tra le mani.

La possibilità di vivere in uno spazio verde dove si può sperimentare, sporcarsi, raccogliere e collezionare sassi, bastoncini, foglie e fiori secchi favorisce nel bambino lo sviluppo delle capacità di ricerca, investigazione, ordine mentale e di individuazione e risoluzione di problemi. Tutto ciò permette anche al bimbo di aumentare la sua sicurezza e la fiducia in se stesso e avere, poi, prestazioni migliori nel contesto scolastico: ogni azione in giardino ha le sue radici in qualche materia scolastica che si tratti di scienza, di matematica o d’arte.

Non possiamo poi dimenticare che i giardini parlano di piante e animali, di elementi inanimati come le pietre e i sassi; in essi, il bambino può toccare con mano la terra, l’acqua e osservare come l’energia necessaria ai processi naturali quotidiani diviene visibile e tangibile. Tutto questo non solo favorisce una maggiore coscienza e rispetto per l’ambiente ma affina la sensibilità dei più piccoli ( e non solo), permettendo la creazione di un maggiore legame con la natura al punto che, quando questa conoscenza della natura, dei suoi ritmi e delle sue leggi viene meno o non si sviluppa pienamente, diminuisce immancabilmente anche il senso di responsabilità verso la natura e il mondo che li circonda.

Agosto: i lavori di questo mese

Agosto, il mese tradizionalmente legato alle vacanze, rappresenta uno dei mesi più impegnativi invece per chiunque abbia un giardino o un orto.

cottage-garden-2009-08-12-summer-2

IN GIARDINO

L’estate continua a regalarci lunghe giornate di sole ma il calore inizia ad attenuarsi e la stagione inizia a volgere al termine.

L’assenza dovute alle vacanze – per i più fortunati- e le temperature calde avranno sicuramente lasciato qualche traccia nel giardino: è il momento di contenere la crescita rigogliosa sia delle nostre piante che delle infestanti. Potete eliminare i fiori secchi ormai sfioriti, se non volete raccoglierne i semi. Molte piante a fioritura tardo-estiva staranno mettendo i loro boccioli o saranno già fioriti, come le belle ortensie o la Gaura lindheimeri, dall’aria leggera e dall’incredibile capacità di ravvivare anche l’angolo più spento. Quest’ultima è particolarmente favorita dall’accostamento con alcune graminacee, come Stipa spp. o Pennisetum spp., o dall’accostamento con la profumata Perovskia atriplicifolia.

L’annaffiatura continua ad essere fondamentale perché anche solo pochi giorni senza acqua possono rovinare lo sviluppo vegetativo delle piante. Come vi abbiamo spiegato in precedenza, la pacciamatura è imprescindibile per evitare l’eccessiva perdita di umidità del terreno, pertanto, assicuratevi di controllare che ve ne sia a sufficienza su bordure e aiuole.

1d8504238fb472bd366dbd55aaf735a0

Se non avete approfittato il mese scorso, siete ancora in tempo per mettere a dimora i bulbi a fioritura tardo-estiva ed autunnale, come l’anemone, il Crocus e il Colchicum.

Tappeto erboso.

Il prato deve venire tagliato con regolarità evitando di lasciare l’erba troppo corta perché questo potrebbe favorire il disseccamento del terreno sottostante. Le innaffiature dovrebbero avvenire nelle ore meno calde, preferibilmente la sera per permettere che l’acqua penetri in profondità.

NELL’ORTO E FRUTTETO

Questo è indubbiamente il mese più impegnativo per chi ha un orto: agosto è il mese del grande lavoro di raccolta, in funzione di ciò che avete seminato in precedenza. Inoltre, questo è il momento perfetto anche per la semina di ortaggi come carciofi, bietole, cicoria, cavoli, indivia, lattuga, fagioli, finocchi, carote, cipolle, prezzemolo, spinaci: alcuni potranno essere raccolti nei mesi di ottobre e novembre o la prossima primavera, come il prezzemolo.

Le irrigazioni continuano ad essere fondamentali ma ricordate che un surplus eccessivo di acqua nell’orto o nei vasi può rappresentare uno stress per le piante e causare rallentamenti nella crescita. Ricordatevi anche di concimare e preparare le zone libere dalle colture raccolte, optando sempre per un approccio biologico che rispetti l’ambiente e la salute.

CORSO SUL RINVASO DELLE ORCHIDEE

Schermata 2016-07-04 a 10.31.50.png

Sabato 10 settembre, dalle ore 8.30 alle 12.00, il nostro maestro di orchidee sarà disponibile per il Corso “Orchidee svelate. Le tue orchidee: è ora del rinvaso?”: il corso sarà un incontro uno ad uno con il maestro che vi guiderà personalmente nel rinvaso delle vostre orchidee. Il corso è gratuito, salvo materiale di consumo, e durerà circa 20 minuti: sarà necessario prenotare l’orario desiderato.

Potete dare la vostra adesione passando presso il nostro negozio in Via Caltana 114, S. Maria di Sala o chiamando allo 049 9221 783 (orario ufficio).

Giardini d’acqua da interni

Le piante acquatiche sono estremamaente interessanti ma, purtroppo, non tutti hanno la possibilità di poter avere un piccolo laghetto dove farle crescere. E così, visto che il mese di Luglio è dedicato proprio a loro, abbiamo pensato di raccogliere alcune ispirazioni che possono aiutarvi a creare piccoli giardini acquatici per il terrazzo o per la casa, magari in compagnia dei più piccoli.

331447dee8f3d039d4af283e58e2355a

I giardini d’acqua in miniatura sono la versione “liquida” del famoso terrarium, un ecosistema micro di piante da interno che viene creato in contenitori trasparenti, come vasi, sfere o addirittura vecchie lampadine. Nei terraria, le piante vengono disposte su una base di terra, ghiaia o muschio, per creare dei veri e propri giardini in miniatura. Nei terraria d’acqua, ovviamente, le piante saranno sommerse o lasciate galleggiare nell’acqua.

table-top-oasis-3-500x346

I giardini d’acqua in miniatura sono facili da creare e ancora più facili da mantenere. Per creare quelli con piante sommerse, avrete bisogno di:

  • contenitore di vetro;
  • piante acquatiche, come ninfee pigmee o la lattuga d’acqua;
  • sabbia;
  • ghiaia o ciottoli;
  • acqua distillata (così il vetro non si macchierà).

Posizionate uno strato di sabbia sul fondo del contenitore, seguito da uno strato di ghiaia o ciottoli; spingete poi le piante verso lo strato di ghiaia per un paio di centimetri e, infine, versate l’acqua. Quest’ultima potrebbe sporcarsi un po’ al principio ma la sabbia tornerà sul fondo in breve.

2b4cf1a587bb74b3067159504ac4534e

Per le piante galeggianti basterà solo versare l’acqua e, se volete, aggiungere un piccolo pesciolino.

2d3f5b822457470c3a4c74e10b36ff09

f11fd6c54f29f8a2d52aa2ec60adeeba

Il pr

CORSO D’ECCELLENZA

Schermata 2016-07-04 a 10.31.35.png

Siamo lieti di annunciarvi che Sabato 3 settembre 2016, dalle ore 16.00 alle 18.00, si terrà il corso “Coltivare le piante grasse in casa, in serra, in giardino”, a cura della Dottor Carlo Zanovello, esperto d’eccellenza di Cactacee ed autore di numerosi testi di riferimento.

La quota di partecipazione è di 20,00 € ma offriremo uno sconto speciale di 5 € a tutti gli iscritti alla nostra Newsletter.

Cosa aspetti? Passa in negozio ed iscriviti!

I posti sono limitati: affrettatevi!
Potete dare la vostra adesione passando presso il nostro negozio in Via Caltana 114, S. Maria di Sala o chiamando allo 049 9221 783 (orario ufficio).

Giardino d’acqua in vaso

Le piante acquatiche sono estremamaente interessanti ma, purtroppo, non tutti hanno la possibilità di poter avere un piccolo laghetto dove farle crescere. E così, visto che il mese di Luglio è dedicato proprio a loro, abbiamo pensato di raccogliere alcune ispirazioni che possono aiutarvi a creare piccoli giardini acquatici per il terrazzo o per la casa, magari in compagnia dei più piccoli.

102308520

Per creare un giardino d’acqua in vaso, avrete bisogno di:

  • un contenitore (tinozza impermeabilizzata in legno, tinozza metallica, secchio ecc);
  • terriccio per piante acquatiche, più pesante del terriccio normale grazie al contenuto di argilla;
  • contenitori piante acquatiche (le parete sono di rete in modo da permettere alle radici di uscire liberamente);
  • ghiaia (no calcarea per non cambiare l’alacalinità dell’acqua);
  • vasi di terracotta;
  • fertilizzante specifico;
  • piante acquatiche, come ninfee, galleggianti, papiri e ossigenatori; perfetto potrebbe essere anche il Nelumbo “Alba striata ” nano.

Potete vedere la lista delle piante acquatiche disponibili presso il nostro vivaio qui.

102308504

Riempite il contenitore d’acqua e posizionate la ninfea; potete aggiungere della ghiaia per mantenere il vaso sul fondo se lo ritenete necessario.

  102308511

Posizionate il papiro in modo che il vaso sia sommerso per circa due centimetri: utilizzate un vaso di terracotta (o dei mattoni) posto al rovescio per alzare il papiro.

102308515

Aggiungete delle piante galleggianti, come un giacinto o una lattuga d’acqua.

102308516

Aggiungete acqua fino a raggiungere la quantità desiderata: probabilmente questa si sporcherà ma nel giro di qualche tempo, tornerà limpida.

102308519

Ricordate di mantenere il 40% della superficie d’acqua libera per permettere ai raggi solari di penetrare e di scegliere una posizione soleggiata (circa 6 ore di luce al giorno). Se necessario, potate le piante galleggianti con regolarità perchè tendono ad essere invasive e ricordate di NON LASCIARLE MAI LIBERE NEI FOSSI, CANALI, LAGHI.

Immagini via

Luglio: i lavori di questo mese

Luglio, solitamente il mese più caldo dell’anno, è il periodo perfetto per sedersi fuori in giardino o in terrazza, magari sotto un albero o una pergola fiorita.

rose-garden-2015-no-2

Bordure estive al Sissinghurst Castle.

IN GIARDINO

 

Al riparo dal gran caldo.

Generalmente questo mese tende ad essere molto caldo e asciutto, pertanto diventa fondamentale sia una corretta irrigazione che un costante monitoraggio del giardino e delle zone verdi. Cerchiamo di evitare di fare lavori in giardino durante le ore più calde, sia per noi che per le piante: semine, trapianti e trattamenti possono diventare deleteri per le nostre piante.

L’annaffiatura diventa fondamentale perchè anche solo pochi giorni senza acqua possono rovinare lo sviluppo vegetativo delle piante. I giardini di grandi dimensioni sono molto difficili da gestire senza l’aiuto di un buon impianto di irrigazione automatizzata ma possiamo ridurre l’evapotraspirazione grazie all’applicazione della pacciamatura: posizioniamo attorno alle piante uno strato di materiale inorganico,  (5-6 cm) come lapillo o pozzolano, o organico, come corteccia o gli sfalci della potatura. Vi ricordiamo  nuovamente che questo ha particolare importanza per le piante in vaso che soffrono maggiormente non essendo a contatto con l’umidità naturale del terreno e per questo, se possibile, può essere utile praticare un’annaffiatura per immersione per permettere al pane di substrato attorno alle radici di reidratarsi completamente. Rimuovete le erbacce con regolarità per evitare che sottraggano acqua alle piante del giardino.

Possiamo procedere ad un riordino delle siepi, dei rampicanti e degli arbusti nel caso in cui la loro crescita sia eccessiva o disordinata. Togliete i boccioli appassiti.

Per quanto riguarda le fioriture, molte bulbose primaverili avranno terminato il loro ciclo e, pertanto, possiamo procedere a dissotterrare i bulbi, rimuovendoli con attenzione per evitare di danneggiarli. E’ il momento di piantare i bulbi a fioritura tardo-estiva ed autunnale, come la fritillaria, il croco, l’anemone, il colchicum.

Concimazioni.

L’applicazione di concime a lenta cessione o di stallatico continuerà a nutrire le piante del giardino: possiamo aggiungere del fertilizzante specificità diluito nell’acqua di irrigazione da dare alle piante in vaso e ai nuovi acquisti della stagione, con cadenza quindicinale.


Tappeto erboso.

Ricordate di continuare a tagliare con regolarità e irrigare debitamente il tappeto, vigilandolo con attenzione in questo momento: le possibili piogge o un’irrigazione mal calibrata unito all’aumento delle temperature può favorire lo sviluppo di malattie fungine.

NELL’ ORTO E FRUTTETO

In Luglio continuano le raccolte, come gli ortaggi estivi e le erbe aromatiche, oppure una gran varietà di frutti.  Le irrigazioni sono fondamentali anche qui: proteggete con un tela da ombreggiamento le colture che con troppa luce tendono ad alzarsi e andare a seme, se non l’avete già fatto. Concimate e preparate le zone libere dalle colture raccolte, sarchiate il terreno e tenete sotto controllo le erbe infestanti con diserbi selettivi ed ai parassiti, possibilmente utilizzando prodotti biologici per un approccio rispettoso dell’ambiente e della salute attraverso l’uso di tecniche di difesa biologica. Presso Gardin Piante, potete informarvi dei servizi di difesa biologica, nel rispetto della natura contro malattie e parassiti.

Giugno: i lavori di questo mese

Il solstizio d’estate, la giornata più lunga dell’anno, è ormai prossimo: prepariamoci per queste dosi extra di calore e luce che ci permetteranno di godere appieno il nostro spazio verde.

The Rose Garden in June at Sissinghurst Castle Garden, near Cranbrook, Kent

Il Rose Garden in Giugno presso Sissinghurst Castle Garden per Treasure Hunt.

IN GIARDINO

Nuove fioriture e annaffiature.

Le fioriture abbondanti di perenni, stagionali e arbusti che esplodono in questo mese regalano uno dei momenti più interessanti per il giardino e, per questo, dobbiamo prestare particolare attenzione a garantire il giusto grado di umidità: assicuriamoci di irrigare con regolarità bordure e piante in vaso, soprattutto se le temperature sono molto alte e il clima particolarmente asciutto. Optiamo per annaffiare nelle ore più fresche, ad esempio la mattina presto e la sera dopo il tramonto perché limiteremo l’evapotraspirazione, cioè l’acqua che perdiamo per la naturale traspirazione delle piante e quella che evapora direttamente dal terreno.

In questo periodo, un’annaffiatura fornita anche solo ogni due giorni può essere sufficiente se si effettua bagnando a fondo il terreno. Questo ha particolare importanza per le piante in vaso che soffrono maggiormente non essendo a contatto con l’umidità naturale del terreno e per questo, se possibile, può essere utile praticare un’annaffiatura per immersione per permettere al pane di substrato attorno alle radici di reidratarsi completamente.

Concimazioni.

L’applicazione di concime a lenta cessione o di stallatico che abbiamo iniziato in primavera continuerà a nutrire le piante del giardino mantenendo costante la quantità di sostanze minerali contenute nel terreno. Possiamo aggiungere del fertilizzante specificità diluito nell’acqua di irrigazione da dare alle piante in vaso e ai nuovi acquisti della stagione, con cadenza quindicinale.


Tappeto erboso.

In questo periodo, il tappeto va tagliato con regolarità e irrigato debitamente. E’ il caso di procedere con le concimazioni per che non le avesse ancora fatte, così come i diserbi selettivi per le infestanti a foglia larga e contro la gramigna. Ricordate che il prato va vigilato con attenzione in questo momento: le possibili piogge o un’irrigazione mal calibrata unito all’aumento delle temperature può favorire lo sviluppo di malattie fungine.

NELL’ ORTO E FRUTTETO

Giugno è il mese del raccolto: le prime colture danno i loro frutti grazie all’aumento delle temperature che non sono ancora eccessive. Anche qui dobbiamo prestare particolare attenzione alle irrigazioni e alla quantità di sole: può essere il caso di proteggere con un tela da ombreggiamento le colture che con troppa luce tendono ad alzarsi e andare a seme. Concimate e preparate le zone libere dalle colture raccolte, sarchiate il terreno e tenete sotto controllo le erbe infestanti con diserbi selettivi ed ai parassiti, possibilmente utilizzando prodotti biologici per un approccio rispettoso dell’ambiente e della salute attraverso l’uso di tecniche di difesa biologica. Presso Gardin Piante, potete informarvi dei servizi di difesa biologica, nel rispetto della natura contro malattie e parassiti.

Maggio: i lavori di questo mese

sissinghurst_rose_garden_carousel-630x354

Siamo ormai nel cuore della primavera: la maggior parte dei lavori pesanti sono già stati completati ed è il momento di godere dei tripudio delle fioriture del nostro spazio verde.

IN GIARDINO

Nuove fioriture.

In questo mese i giardini sono un tripudio di fiori, colori e profumo ma maggio è per eccellenza il mese della rosa: i petali vellutati esalano nell’aria il loro dolce profumo. In vivaio si apprestano a sbocciare le inglesi, le coprisuolo, le rampicanti e le arbustive. Ma non ci sono solo rose a maggio: lillà, peonie, Allium, ortensie e viburni sbocciano regalandoci una sensazione di pace, felicità e benessere.

Sebbene le piante messa a dimora in precedenza non potranno essere toccate fino al finire della bella stagione per evitare loro uno stress che e potrebbe causarne la morte, siamo ancora in tempo ad aggiungere qualche elemento nelle bordure o nelle aiuole del giardino: basterà optare per piante in vaso e prestare particolare attenzione all’inserimento, onde evitare di causare danni alle radici delle piante già esistenti. Non abbiamo particolari problemi nell’inserimento di piante perenni e arbusti ma dobbiamo tenere presente che quelle prossime al periodo di fioritura potrebbero soffrire, pertanto è il caso di affrettarsi, specialmente se abbiamo in mente di inserire alcune rose. Lo stesso vale per le azalee e i rododendri, all’apice della fioritura.

dscf5603

Lavoriamo il terreno.

Inoltre, ricordate di lavorare con cura il terreno e aggiungere del terriccio di qualità, soffice e ricco, mischiandolo con della pomice in modo da favorire il drenaggio ed evitare così marciumi radicali. Idealmente, potreste aggiungere del concime organico biologico o humus per nutrire le piante e favorirne l’attecchimento.

Le bulbose estive.

Per quanto riguarda le bulbose, molti dei bulbi primaverili hanno ormai completato il loro ciclo vegetativo e si possono così togliere le foglie già ingiallite. E’ invece il momento ideale per la piantumazione di alcune bulbose a fioritura estiva come gli Agapanthus, i gladioli, gli anemoni, le dalie.

IN ORTO E FRUTTETO

Finalmente è possibile trasferire le piante dai semenzai in pieno campo senza avere il timore dell’abbassamento della temperatura nelle ore notturne. Poniamo a dimora zucche, peperoni, melanzane, meloni, zucchine, angurie, cavoli, lattuga, radicchio, porri facendo attenzione alle piante infestanti. Per questo occorre sistemare del telo pacciamante che favorisce il controllo delle malerbe, le quali sono agguerrite competitrice delle nostre piantine per acqua e nutrienti.

Occorre inoltre prestare attenzione al fabbisogno idrico delle nostre colture: infatti, in caso di mancanza di eventi piovosi, occorre fornire un adeguato approvvigionamento d’acqua, soprattutto alle giovani plantule.

Forniamo ai nostri frutteti del concime completo, che contenga boro, microelemento essenziale all’allegagione dei frutti che in seguito andremo a diradare, per permettere alle nostre piante di portare a termine la maturazione dei frutti di albicocco, susino, pesco in modo omogeneo ed equilibrato. In questo modo a fine maggio si potranno raccogliere i frutti delle varietà più precoci.

LA DIFESA BIOLOGICA

Infine, questo è il momento per prestare particolare attenzione ai trattamenti anti-parassitari del tappeto erboso e del giardino in generale, che devono venire eseguiti con una cadenza regolare e, idealmente, optare per un approccio rispettoso dell’ambiente e della salute attraverso l’uso di tecniche di difesa biologica. Presso Gardin Piante, potete informarvi dei servizi di difesa biologica, nel rispetto della natura contro malattie e parassiti, como l’oziorrinco su piante e siepi; gli afidi delle rose; la piralide del bosso; la cocciniglia cotonosa e il ragnetto rosso.

 

 

Schermata 2016-04-05 a 11.55.19

Dopo le numerosissime richieste pervenuteci, la Gardin Piante è lieta di invitarvi Domenica 22 Maggio alle ore 10.00 a “ORCHIDEE SVELATE: Corso introduttivo sul mondo e la cura delle orchidee” presso il nostro Garden Center.

Il corso sarà una full immersion di circa due ore, durante la quale scopriremo i vari generi di orchidee, dalle più conosciute alle rarità. Verranno poi introdotti i temi della coltivazione e cura in ambiente domestico, in particolare saranno affrontati argomenti quali la concimazione, il rinvaso, l’esposizione, i prodotti più appropriati per la loro cura.

La quota di partecipazione è di 5 € ed è necessario prenotare: i posti sono limitati. Per info e prenotazioni, potete recarvi presso il nostro Garden Center in Via Caltana, 114, S. Maria di Sala o chiamare al numero 049 9221783 (orario ufficio).

Continua a leggere